fbpx Skip to content

Webinar Dianova “La persona dipendente da alcol: il modello di trattamento residenziale di Dianova come risorsa”

Un approccio multidisciplinare e integrato con i servizi sulla dipendenza da alcol.

Venerdì 26 novembre oltre 50 professionisti dei servizi pubblici e privati d’Italia hanno partecipato al webinar di Dianova “La persona dipendente da alcol: il modello di trattamento residenziale di Dianova come risorsa” realizzato con gli interventi di alcuni professionisti dell’equipe della Comunità di Cozzo, la Dott.ssa Eugenia Luraschi, Psicoterapeuta – Responsabile terapeutica, la Dott.ssa Barbara Caneva, psicologa e il Dr. Gino Sciortino, educatore professionale e con il prezioso contributo finale della D.ssa M. Raffaella Rossin Responsabile NOA Perini – Ricordi – UOC Dipendenze – ASST Fatebenefratelli – Sacco.

Il webinar, iniziato alle 11 e terminato alle 13, aveva come obiettivo principale quello di presentare nel dettaglio il programma specialistico residenziale per alcolisti e polidipendenti che può accogliere fino a 14 persone (uomini e donne) attivo da oltre 15 anni nella Comunità di Cozzo; un servizio accreditato, così come previsto dalla Regione Lombardia, che offre appunto la possibilità di accreditare moduli specialistici.

Questo modello di trattamento nasce nei primi anni del 2000 grazie ad un percorso formativo condiviso tra i servizi del pubblico e del privato in particolare con i NOA di Milano (Nuclei Operativi Alcologia), servizi pubblici che offrono erogazioni ambulatoriali finalizzate all’assistenza alle persone con Disturbo da Uso di Alcol e alle loro famiglie, così come previsto e definito dalla Legge Nazionale 125/2001. Una collaborazione tra esperti del settore delle dipendenze che ha permesso la costruzione di un modello che basa la sua forza sulla sinergia e la condivisione delle diverse parti coinvolte soprattutto anche nell’ottica di una co-progettazione del percorso individualizzato, del suo monitoraggio in itinere ma anche in relazione al seguimento post dimissioni.

Il webinar è stato così articolato: dopo una breve presentazione della moderatrice, Ombretta Garavaglia, Responsabile del Dipartimento Comunicazione di Dianova, la Dott.ssa Eugenia Luraschi ha presentato “L’approccio di intervento di Dianova nella CT di Cozzo” dove è stata data una panoramica generale dei programmi della struttura con un particolare accenno sul set di strumenti ICF-Recovery e un focus sull’evoluzione del modello di intervento soprattutto in relazione al Modulo alcol.

Successivamente la parola è passata alla Dott.ssa Barbara Caneva e al Dr. Gino Sciortino con l’intervento “L’applicazione di strumenti specifici all’interno del percorso nella CT di Cozzo” dove sono stati presentati nel dettaglio i diversi strumenti adottati, in particolare i gruppi terapeutici, previsti all’interno del modulo specialistico attraverso anche degli interessanti contributi con video testimonianze degli utenti della struttura coinvolti.

Ultimo contributo prima di lasciare spazio alle domande è stato quello della Dott.ssa Maria Raffaella Rossin “Il valore del servizio durante il percorso residenziale: l’esperienza con il NOA” che ha dato evidenza dell’importanza di creare la giusta sintonia tra l’intervento ambulatoriale e quello residenziale al fine di dare continuità al percorso del paziente per permettergli di affrontare al meglio le difficoltà e le problematiche che riscontrerà all’uscita dalla struttura. Inoltre è stata fortemente sottolineata la crucialità di definire obiettivi a breve/medio termine tra tutte le parti coinvolte (utente, famiglia, servizio e comunità) e il monitoraggio congiunto degli stessi.

Un webinar che ha dimostrato e ribadito la necessità di creare approcci integrati che prevedano una forte sinergia nell’intervento con i servizi pubblici (Ser.D. e NOA) o privati (SMI, cliniche, etc …) e mettano al centro del percorso l’utente, lavorando in modo circolare con tutti gli strumenti delle diverse aree (educativa, psicologica, sanitaria e sociale) funzionali alla realizzazione degli obiettivi individuali nel rispetto dell’autonomia possibile di ogni persona.

Per maggiori informazioni sul webinar o ricevere i materiali e la registrazione dell’evento: [email protected]

condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Responsabile della protezione dei dati

Informazioni sul contatto

Ruolo: responsabile della protezione dei dati Carrino Giovanni

Indirizzo: viale Forlanini, 121 20024 Garbagnate Milanese Milano

 Email:  [email protected]

 Telefono:  02 99022033