Cerca
Close this search box.

Da 40 anni rimettiamo insieme i pezzi

26 giugno: Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droga

Il 26 giugno di ogni anno, il mondo si unisce per celebrare la Giornata Internazionale contro l’Abuso e il Traffico Illecito di Droga. Questa giornata, istituita dalle Nazioni Unite nel 1987, è dedicata alla sensibilizzazione sulla diffusione delle sostanze illecite e alla promozione di un’azione globale coordinata per affrontare il problema.

La Giornata Internazionale contro l’Abuso e il Traffico Illecito di Droga nasce dall’esigenza di affrontare il crescente problema del traffico di droga a livello globale.
Negli anni ’80, il mondo ha visto un aumento significativo del consumo di sostanze e del crimine organizzato legato al traffico; le Nazioni Unite hanno riconosciuto che questo fenomeno non solo rappresenta una minaccia per la salute pubblica ma anche per la sicurezza e per la stabilità delle nazioni. La data del 26 giugno è stata scelta in memoria del rispetto per le vittime del traffico di droga e per mobilitare governi, organizzazioni e individui a diventare parte attiva per contrastare questo fenomeno.

Dianova che da 40 anni mette in campo azioni per aiutare persone con problemi di dipendenza a riscrivere la propria storia da sempre aderisce al 26 giugno attraverso campagne che possano sensibilizzare la collettività sul fenomeno della dipendenza da sostanze, un fenomeno che è in continua evoluzione, che è difficile da intercettare e che cambia continuamente: aumento del policonsumo, crescita delle Nuove Sostanze Psicoattive (NPS), cambiamento delle modalità di consumo e dei luoghi di spaccio e la diffusione sempre più ampia delle dipendenze comportamentali, soprattutto tra i più giovani.

Come abbiamo detto il fenomeno delle dipendenze continua a cambiare diventando spesso difficile da intercettare e le politiche per le dipendenze sono spesso datate, rendendo complicato per le realtà del settore tenere il passo con una problematica così sfaccettata, complessa e mutevole.

Il fenomeno cambia continuamente, ma per Dianova lo sforzo, l’impegno e l’attenzione per aiutare concretamente le persone con problemi di dipendenza a trovare risposte continuano ad essere fili conduttori essenziali, da 40 anni.

Per questo, in occasione del 26 giugno, Giornata Internazionale contro l’abuso e il traffico illecito di droga, Dianova lancia la campagna “Da 40 anni rimettiamo insieme i pezzi”.

Questa campagna si ispira all’arte del Kintsugi un’antica tecnica di restauro ideata alla fine del 1400 da ceramisti giapponesi che consiste nel riparare con la polvere d’oro i cocci rotti dei vasi o delle tazze in ceramica, rendendo le fragilità un prezioso punto di forza e di perfezione.
Ogni ceramica diventa quindi unica e irripetibile, preziosa e carica di nuova vita. 
Una tecnica delicata, che richiede pazienza, che nasce dall’idea che dall’imperfezione, dall’errore o dalle ferite del corpo e dell’anima possa nascere una forma ancora più grande di bellezza. 

L’obiettivo di questa campagna è porre l’attenzione sull’importanza della rinascita, dell’evoluzione e del cambiamento, perché, anche se a volte può essere faticoso, anche se richiede delicatezza, sforzi e pazienza, ricostruire ciò che si è “rotto” significa ridare valore alle persone perché possano costruire una nuova vita.

L’obiettivo di questa campagna è porre l’attenzione sull’importanza della rinascita, dell’evoluzione e del cambiamento, perché, anche se a volte può essere faticoso, anche se richiede delicatezza, sforzi e pazienza, ricostruire ciò che si è “rotto” significa ridare valore alle persone perché possano costruire una nuova vita.

Come spesso ribadiamo, intervenire su persone che hanno problemi di dipendenza non significa solo aiutarli a “rompere” con la sostanza ma vuol dire accompagnarle passo dopo passo a rimettere insieme ogni pezzo della propria esistenza, riparare le ferite emotive e fisiche ma anche quelle relazionali, perché la dipendenza da sostanze non influisce solo su chi vive in prima persona il problema, ma anche sulla vita delle persone vicine.

Da 40 anni i professionisti di Dianova fanno un lavoro accurato per riparare queste “fratture”, per rimettere insieme i pezzi di chi si fida e si affida alle nostre Comunità e accompagnarle a trasformare le proprie ferite in qualcosa di unico e prezioso.

Da 40 anni rimettiamo insieme i pezzi perché, per noi di Dianova, il 26 giugno è tutti i giorni.

Condividi il post

Articoli correlati

Responsabile della protezione dei dati

Informazioni sul contatto

Ruolo: responsabile della protezione dei dati Carrino Giovanni

Indirizzo: viale Forlanini, 121 20024 Garbagnate Milanese Milano

Email:  [email protected]

Telefono:  02 99022033