Cerca
Close this search box.

Le ultime notizie

Cerca
Close this search box.

Tutte le news del mondo Dianova

comunità

“Mani in pasta”, una nuova esperienza nella Comunità di Palombara

Un corso formativo finanziato grazie al sostegno della Fondazione Karl Kahane e realizzato in collaborazione con l’associazione Raffaella D’Angelo. Il progetto “Mani in pasta” prevede un percorso formativo in ambito culinario per 11 utenti dell’Associazione Raffaella D’Angelo, centro sociale per persone diversamente abili in età post scolare, che impareranno a cucinare un menù completo seguiti dallo Chef Nicola Ciammella e un corso per pizzaioli al quale parteciperanno 8 ragazzi della Comunità Dianova di Palombara Sabina.Il corso di pizzaiolo per i ragazzi di Palombara, tenuto dai maestri Fabio Sociani e Marco Palma, avrà la durata di 100 ore e si svolgerà ogni lunedì e ogni martedì, dalle 9.30 alle 12.30, a partire dal mese di settembre 2020 per concludersi a febbraio 2021: ogni partecipante, dopo un esame finale, otterrà un attestato di partecipazione e all’interno saranno seguiti da un nostro operatore tutor Pasquale Giobbe.Conoscenza delle materie prime, delle farine e dei lieviti, conservazione dei prodotti, preparazione degli impasti sia classici che alternativi, metodi di cottura e realizzazione delle diverse tipologie di pizza: i nostri ragazzi, che saranno dotati di divise e manuali didattici, impareranno ogni singolo aspetto dell’arte del pizzaiolo alternando le lezioni in momenti pratici, momenti teorici e uscite esterne.Al termine del corso, se sarà possibile verrà realizzato, presso la sede dell’Associazione Raffaella D’Angelo un evento dove saranno invitate le autorità locali per dare informazioni e risultati del progetto e verrà allestito un pranzo aperto a tutta la cittadinanza di Palombara con piatti preparati dai partecipanti dei due corsi. Il progetto “Mani in pasta” verrà realizzato grazie al sostegno, pari a circa € 15.817 della Fondazione Karl Kahane, un’organizzazione a scopo benefico con sede in Svizzera, istituita nel 1991 da Karl Kahane (1920-1993), un imprenditore austriaco con un forte interesse nella promozione della pace e della protezione dei più deboli e svantaggiati nel mondo. La fondazione è finanziata privatamente e si caratterizza per la sua indipendenza politica e religiosa. Con un’azione focalizzata ai temi dell’accessibilità delle persone con disabilità, l’integrazione sociale dei migranti e la mobilità sociale di gruppi vulnerabili, la Fondazione Kahane supporta finanziariamente organizzazioni senza scopo di lucro in Europa, Medio Oriente, Turchia e Nordafrica. Un progetto che non solo vuole dare l’opportunità a tanti ragazzi di acquisire nuove competenze spendibili nel mondo del lavoro, ma che permette anche di creare forti ed importanti collaborazioni sul territorio.

Leggi Tutto »
comunità

I ragazzi della Comunità Dianova di Palombara riaprono le porte dell’Abbazia San Giovanni in Argentella

Una bellissima iniziativa nata da un forte legame tra la struttura di Dianova e la città di Palombara Sabina che ha permesso ai nostri ragazzi di imparare nuove cose sulle bellezze storiche e architettoniche del territorio. Da diverso tempo i ragazzi della Comunità di Palombara si occupano della manutenzione e della ristrutturazione dell’Abbazia romanica San Giovanni in Argentella, un sito archeologico del XII secolo situato a circa 3 km dalla città di Palombara. Dalla richiesta del Parroco di Palombara Sabina, Don Luigi e per gentile concessione del Vescovo della Sede suburbicaria di Sabina-Poggio Mirteto Sua Eccellenza Ernesto Mandara, i ragazzi di Dianova non solo si occuperanno di continuare a tenere pulita l’Abbazia, ma anche di aprire ed accompagnare i visitatori del sito archeologico nei giorni stabiliti; una collaborazione che permetterà di offrire ai nostri ragazzi percorsi di inserimento lavorativo attraverso tirocini formativi. Durante l’inaugurazione del 4 luglio per la riapertura dell’Abbazia, Don Luigi ha ringraziato i ragazzi e gli operatori della Comunità Dianova di Palombara Sabina per aver ridato lustro a questo luogo:“Grazie a tutte le persone che hanno lavorato alla ristrutturazione degli spazi esterni e interni dell’Abbazia San Giovanni in Argentella, ma soprattutto grazie ai ragazzi di Dianova di Palombara per questa bellissima collaborazione. Avete fatto un ottimo lavoro, ridando lo splendore che merita a questo sito storico. È stato l’inizio di un lavoro, di una storia che fa del bene ai ragazzi che sono nella vostra struttura; grazie per ciò che fate sul territorio, con le vostre testimonianze e per il lavoro che svolgete tutti i giorni per aiutare persone giovani e meno giovani che hanno smarrito la loro strada”. Per la Comunità di Dianova Palombara, presente sul territorio da oltre trent’anni, un duplice risultato: una vicinanza verso la popolazione e le istituzioni attraverso un modello di cittadinanza attiva e di sinergia sul territorio, ma anche e soprattutto la possibilità di offrire percorsi di reinserimento ai suoi ragazzi.

Leggi Tutto »
i ragazzi di ortacesus durante le lezioni del progetto di scolarizzazione
comunità

Il progetto di scolarizzazione di Ortacesus ai tempi del Coronavirus

I cambiamenti e le novità riguardo al progetto di scolarizzazione permanente della Comunità Terapeutica Dianova di Ortacesus. A partire oramai dal 2015, è attivo nella struttura Dianova di Ortacesus, in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione e con i docenti del C.P.I.A. (Centro Provinciale Istruzione Adulti) n°1 di Cagliari, il progetto di scolarizzazione per gli ospiti “Non è mai troppo tardi: portiamo la scuola in comunità”, che ha fra i suoi principali obiettivi il raggiungimento della licenza media inferiore e il completamento del biennio di formazione secondaria di secondo grado; un progetto che funziona come una vera e propria scuola con lezioni quotidiane che trattano diverse materie.L’emergenza Coronavirus ha da subito portato alla chiusura delle scuole del nostro paese, optando per le lezioni online e per nuovi strumenti per le verifiche e le interrogazioni; anche per i nostri ragazzi di Ortacesus ci sono stati diversi cambiamenti.Come già sapete dal 24 febbraio in ogni struttura di Dianova sono state sospese le attività all’esterno, comprese le lezioni del progetto di scolarizzazione: per poter proseguire con lo svolgimento delle lezioni il C.P.I.A n°1 di Cagliari ha donato alla Comunità di Ortacesus dei computer portatili, grazie ai quali i nostri ragazzi hanno svolto le lezioni online tramite video conferenza.Cambiate anche le modalità di verifica e di svolgimento degli esami finali: i cinque ragazzi che devono acquisire la licenza media inferiore invece che un esame orale, prepareranno una breve tesina su ognuna delle materie d’esame (inglese, francese, scienze naturali, letteratura, matematica etc…) che invieranno agli insegnanti e che verrà valutata come esame conclusivo del percorso medio/inferiore.Nonostante i cambiamenti i nostri ragazzi continuano con entusiasmo a seguire le lezioni e a svolgere i compiti che vengono loro assegnati; anche se l’emergenza Coronavirus ci porta a dover tenere le distanze vogliamo ancora una volta ringraziare per la calorosa vicinanza Anna e Cristina, le nostre insegnanti e amiche che da anni seguono i ragazzi di Ortacesus che, grazie alla loro passione e professionalità, continuano a coinvolgere i nostri ragazzi anche in via telematica.L’obiettivo del progetto “Non è mai troppo tardi: portiamo la scuola in Comunità” è favorire il percorso di scolarizzazione di ogni ragazzo, permettendogli di ampliare le proprie conoscenze, riprendendo in mano quelle materie che erano state abbandonate, e di offrire un’opportunità concreta di reinserimento socio-lavorativo. Per fare in modo che tutto ciò avvenga continuiamo a far sì che i ragazzi della Comunità Dianova di Ortacesus possano avere strumenti sempre più aggiornati: grazie ad una donazione di circa 1000€ fatta da diversi magistrati in pensione di Cagliari, procederemo all’acquisto di una lavagna interattiva per la classe dei ragazzi di Ortacesus.Grazie ai nostri insegnanti, al C.P.I.A di Cagliari e ai nostri amici sostenitori che come noi credono nelle seconde opportunità e che ci aiutano a dare un’importante opportunità a tanti ragazzi che vogliono riscrivere la propria storia!

Leggi Tutto »
comunità

Ricominciato il Corso di Scolarizzazione nella Comunità di Ortacesus

Ritornare tra i banchi di scuola per acquisire strumenti utili al reinserimento socio-lavorativo di tanti ragazzi. Dal 2015 è attivo nella struttura Dianova di Ortacesus, in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione e con i docenti del C.P.I.A. (Centro Provinciale Istruzione Adulti) n°1 di Cagliari, il progetto di scolarizzazione per gli ospiti “Non è mai troppo tardi: portiamo la scuola in comunità”, che ha fra i suoi principali obiettivi il raggiungimento della licenza media inferiore e il completamento del biennio di formazione secondaria di secondo grado. Quest’anno 17 ragazzi, 3 per il conseguimento della licenza media inferiore e 14 per il biennio superiore, si ritrovano quotidianamente, dal lunedì al venerdì, tra i banchi di scuola. L’obiettivo è quello di favorire un processo di istruzione attraverso percorsi di scolarizzazione non solo per consentire ad ogni ragazzo di ampliare le proprie conoscenze, riprendendo in mano quelle materie che erano state abbandonate, ma anche per offrire un’opportunità concreta di reinserimento socio-lavorativo. Le classiche materie scolastiche vengono inoltre intervallate da gite e uscite formative, da laboratori manuali e da laboratori espressivi come il teatro o la realizzazione di cortometraggi: attività importanti che possono ampliare la creatività e la fantasia dei partecipanti. Alimentare la motivazione dei ragazzi dal punto di vista culturale e scolastico significa stimolare la loro ambizione, aiutarli a responsabilizzarsi permettendo loro di scegliere in modo autonomo come coinvolgersi all’interno di questa esperienza educativa e dare loro l’opportunità di confrontarsi con insegnanti e professori che possono cogliere le loro potenzialità individuali. Un ringraziamento speciale alle insegnanti Anna e Cristina che da anni accompagnano i nostri ragazzi in questa bellissima avventura.

Leggi Tutto »

Responsabile della protezione dei dati

Informazioni sul contatto

Ruolo: responsabile della protezione dei dati Carrino Giovanni

Indirizzo: viale Forlanini, 121 20024 Garbagnate Milanese Milano

Email:  [email protected]

Telefono:  02 99022033