fbpx
Dem F lombarda 1

INSIEME PER OFFRIRE RISPOSTE AL PROBLEMA DELLA DIPENDENZA

L’emergenza sanitaria legata al Covid-19 vi ha visto in prima linea e
avete continuato ad offrire i vostri servizi in un momento così difficile.
Anche i nostri operatori hanno continuato a lavorare, la dipendenza non si è mai fermata.
L’isolamento, l’incertezza sul futuro e la privazione dei contatti sociali sono fattori che porteranno chi è psicologicamente più fragile a cercare “rifugio” nell’abuso di droghe, alcol, farmaci e psicofarmaci.

Chi si occupa, come noi e voi, di offrire risposte a tante persone che hanno bisogno, sa che questo momento porterà conseguenze importanti, perché il consumo e l’abuso rappresentano un problema di salute pubblica, sia per gli effetti diretti sulle persone che le utilizzano, sia per le loro famiglie che per la società in generale!

Chi è Dianova

Dianova, da oltre 30 anni, lavora ogni giorno nelle sue 5 Comunità Terapeutiche di cui due in Lombardia, per offrire a persone con problemi di dipendenza da droghe e alcol, l’opportunità di cambiare il corso della loro vita; le aiuta a individuare e sviluppare le proprie risorse personali per raggiungere il massimo grado di autonomia possibile.

Il problema della dipendenza

Secondo la Relazione al Parlamento 2020 sulle tossicodipendenze nel corso dell’anno 2019 i Ser.D hanno assistito circa 140.000 persone; di questi circa 20.000 sono stati inseriti in Comunità.
Nel nostro paese l’età di primo uso della sostanza di abuso per cui gli assistiti sono in trattamento è 21,4 anni.

Un dato importante è quello relativo ai decessi per overdose: nel corso del 2019, in Italia, sono stati 373 (+11% rispetto al 2018) e crescono anche le ospedalizzazioni direttamente droga-correlate, in aumento soprattutto tra i giovani e gli adulti under 45; nel 2019 sono state 7.480.
Si stima inoltre che siano oltre 10 milioni gli italiani che consumano psicofarmaci.

COSA POSSIAMO FARE INSIEME?

progetto-in-ascolto-f-lombarda

Che cos'è il progetto "In Ascolto"?

Le dipendenze da sostanze (tabacco, alcol, droghe, etc…) sono importanti fattori di rischio per la salute pubblica e lo diventano ancora di più in una situazione particolare come quella correlata alla pandemia attuale; la dipendenza è una malattia da trattare, e non una colpa da stigmatizzare.

Il servizio “In ascolto: una risposta al problema delle dipendenzeè realizzato dai Centri di Ascolto di Dianova attivi nelle 5 Comunità Terapeutiche nei quali operano professionisti formati che offrono gratuitamente consulenza, supporto, sostegno e orientamento a richieste che arrivano da chi vive un problema di dipendenza.

I Centri di Ascolto si occupano di stabilire il primo rapporto, il primo contatto con le persone, con le famiglie, con gli avvocati, con i sert, etc… lavorando gomito a gomito con chi è coinvolto ma anche ascoltando e supportando le persone, raccogliendone le emozioni, gli sfoghi, i drammi familiari per offrire risposte concrete e professionali alle loro richieste.

A chi si rivolge?

I Centri di Ascolto rispondono annualmente ad oltre 700 persone e di queste mediamente 270 entrano nelle Comunità Terapeutiche di Dianova; per tutte le altre Dianova risponde individuando il percorso alternativo adeguato alle loro esigenze.

Infatti ogni richiesta che riceviamo è fatta di storie diverse e diverse sono le necessità, le risorse e le peculiarità di ogni persona ed è per questo che i Centri di Ascolto svolgono anche una funzione sociale importante al fine di individuare la risposta adeguata al problema della dipendenza.

Come puoi sostenerci?

  • Donando 50 euro sostieni il primo colloquio conoscitivo di orientamento per ogni richiesta ricevuta.
  • Donando 200 euro, che è il costo medio che Dianova sostiene per ogni richiesta ricevuta.
  • Donando 500 euro, che è il costo medio che Dianova sostiene per tutte le attività che precedono l’ingresso di una persona in comunità.

Puoi sostenere Dianova anche attraverso i nostri prodotti solidali! 

Continuare ad offrire questo servizio gratuitamente è essenziale per accogliere il desiderio di cambiamento di tante persone, mettendo a loro disposizione un servizio nel quale esprimere difficoltà, paure e debolezze senza temere giudizi per poter uscire dalla dipendenza e riprendere in mano la propria vita.

Ti contatteremo a breve, perchè insieme possiamo offrire un servizio alla società!

Responsabile della protezione dei dati

Informazioni sul contatto

Ruolo: responsabile della protezione dei dati Carrino Giovanni

Indirizzo: viale Forlanini, 121 20024 Garbagnate Milanese Milano

 Email:  [email protected]

 Telefono:  02 99022033