consulta-droghe-dianova-onuUn contributo importante per la preparazione di UNGASS 2016, l’assemblea generale ONU sulle droghe che si terrà ad aprile.

Dianova è stata selezionata per partecipare alla consulta informale dell’ONU per discutere sull’argomento droga e salute.

Un momento di confronto molto importante in vista di UNGASS 2016, l’Assemblea Generale ONU sulle droghe che si terrà a New York tra il 19 e il 21 di aprile. Questo evento sarà fondamentale per discutere in modo profondo e globale dell’evoluzione del fenomeno delle droghe negli ultimi vent’anni.

Proprio in preparazione di UNGASS 2016, mercoledì 10 febbraio si è tenuta a New York, presso la sede dell’ONU, la consulta informale sul problema delle droghe che ha consentito a tutte le parti interessate (Stati Membri, rappresentanti della società civile e delle ONG, la comunità scientifica e accademica, gruppi di giovani) di poter condividere le loro “best practices” sperimentate sul campo e le loro esperienze sull’impatto delle politiche decisionali sulle droghe, evidenziando le difficoltà riscontrate sui temi della dipendenza, della salute, del traffico illecito di droga, dei crimini e dello spaccio, dei diritti umani, sviluppo della società e sviluppo sostenibile.

Come affermato da Montse Rafel, direttrice esecutiva di Dianova International, la partecipazione di Dianova a questa consulta è un riconoscimento all’impegno di tutte le parti che costituiscono la Rete Dianova. Le organizzazioni di base dispongono di preziose informazioni sull’impatto che le politiche sulle droghe hanno sul loro operato. Lo sviluppo di un approccio olistico è un requisito importante per affrontare questi problemi, già complessi di natura; è quindi fondamentale che i governi capitalizzino il potenziale di queste piattaforme dedicate alla condivisione di esperienze e alla riflessione sull’attuazione di politiche che contribuiscano in modo concreto ad un sano sviluppo della società.

Maria de Los Angeles Lobos, direttore del centro Dianova di trattamento per le donne a Viña del Mar (Cile), ha partecipato alla consulta come rappresentante della Rete Dianova. Ecco le sue parole: “Ho intenzione di trasmettere l’esperienza di Dianova nell’affrontare i problemi di dipendenza nelle donne, mettendo in risalto le peculiarità di un trattamento fatto su misura per le diverse esigenze in relazione a una fetta di popolazione fragile e vulnerabile. C’è una chiara necessità di rivedere e riformulare le politiche pubbliche, sia a livello locale che internazionale, e di promuovere un approccio globale pragmatico e basato sui diritti umani in grado di potenziare le comunità riducendo il divario nell'accesso ai servizi sanitari”.

Iscriviti al nostro feed RSS per restare sempre aggiornato

Sei qui: Home News Dianova convocata all’ONU alla consulta sulle droghe in vista di UNGASS