relazione-annualeDalla relazione annuale, a livello di dipendenze la cannabis rimane la sostanza più abusata tra i giovani al di sotto dei 20 anni.

Nel 2014 in Italia è la cannabis la sostanza illecita maggiormente utilizzata tra i giovani. Questo il dato più significativo della Relazione annuale al Parlamento sull’uso di sostanze stupefacenti e sulle tossicodipendenze per l’anno 2013 e il primo semestre del 2014 a cura del Dipartimento politiche antidroga.

Uno studio del 2014 sui consumi degli studenti relativo a un campione di 31.661 ragazzi tra i 15 e i 19 anni ha rivelato che uno su quattro ha consumato marijuana con un aumento di due punti percentuali rispetto all’anno precedente; 23,46% contro il 21,56%. In calo il consumo di cocaina (da 2,05% a 1,58%), mentre rimangono stabili stimolanti (anfetamine ed ecstasy) ed allucinogeni.

Analizzando il fenomeno dipendenze a livello geografico, il consumo di cannabis, cocaina ed eroina risulta maggiore nell’Italia centrale, gli stimolanti nel Nord-Ovest e gli allucinogeni nelle regioni a Nord-Est.

Nel 2014, i numeri delle persone tossicodipendenti bisognose di cura in Italia sono circa 461.000, e diminuiscono le morti a causa della droga

Italia, nel 2013, le strutture socio-sanitarie attive dedicate alla cura ed al recupero di persone con bisogno assistenziale legato all’uso di sostanze psicoattive sono complessivamente 1.604, di cui 645 (40,2%) servizi pubblici per le tossicodipendenze (Ser.T.) e 959 (59,7%) strutture socio-riabilitative, in prevalenza residenziali (66,9% del totale strutture socio-riabilitative); i servizi per le tossicodipendenze (Ser.T.) hanno assistito complessivamente 164.993 persone (164.101 nel 2012).

Infine, si registra un aumento delle persone in cura per gioco d’azzardo: da 5.800 nel 2012 a 6.800 nel 2013.

Vai alla Relazione al Parlamento sulle tossicodipendenze 2014

Iscriviti al nostro feed RSS per restare sempre aggiornato

Sei qui: Home News Dipendenze: relazione annuale al parlamento 2014