Non bastano leggi sempre più severe e studi clinici che dimostrano tutte le conseguenze negative dovute all’uso di sostanze stupefacenti. Per giovani e adolescenti alle prime esperienze di vita vera, la droga continua ad essere il mezzo principale per evadere e sfuggire dalle proprie responsabilità.

Secondo il rapporto Espad dell’Istituto di Fisiologia del Cnr, giunto alla quindicesima edizione, sono più di 600.000 i ragazzi che almeno una volta nella vita hanno consumato cannabis o cocaina; l'età del primo contatto: 15 anni.
L’indagine ha coinvolto 45.000 studenti delle scuole medie superiori e 516 istituti scolastici di tutta la penisola, e ha stimato su una popolazione di 2,5 milioni di ragazzi e ragazze oltre 500.000 consumatori di cannabis, poco più di 60.000 di cocaina e 30.000 di oppiacei.La cocaina è stata usata nell’ultimo anno dal 2,7% degli intervistati, in maggioranza ragazzi; l’uso di sostanze allucinogene, invece, si attesta intorno al 2,5% dei giovani, ma la percentuale sale fino al 3,8% tra i diciannovenni. Dove gli studenti italiani superano la media europea, infine, è nel consumo di alcol e tabacco, che si attestano rispettivamente al 63% e al 36% del campione.

Numeri che riguardano da vicino anche Dianova Onlus, che nei mesi precedenti ha avviato un progetto di prevenzione nelle scuole che sarà anche replicato in oratori, centri di aggregazione, associazioni sportive e culturali per valutare le loro conoscenze sul mondo delle sostanze e sensibilizzarli alle tematiche collegate al mondo giovanile. L’iniziativa, oltre agli studenti di quattro istituti scolatici lombardi, ha coinvolto anche genitori e insegnanti, considerate figure chiave nella programmazione di interventi a valenza educativa e preventiva.

Se sei interessato ai nostri progetti di prevenzione, accedi alla nostra area giovani.

Iscriviti al nostro feed RSS per restare sempre aggiornato

Sei qui: Home News In Italia allarme droga tra gli adolescenti: più di 600.000 i consumatori