taglio nastro rossiInaugurati i lavori del progetto “Laboratori in Comunità” insieme al testimonial Antonio Rossi.

Sorrisi e condivisione: sono spesso le piccole cose a fare di un giorno qualunque un evento speciale.

Ieri, martedì 12 settembre, nella Comunità di Garbagnate, si è tenuta la festa per dire grazie a tutti coloro che hanno accompagnato Dianova nella splendida avventura che è stata la Milano Marathon 2017. Circa un centinaio le persone presenti, compreso lo staff di Dianova e gli utenti della struttura.

I primi ospiti hanno raggiunto il centro intorno alle 18, e hanno potuto vedere tutti gli spazi e i locali della Comunità Terapeutica.

Un’ora più tardi l’arrivo del testimonial di Dianova alla Milano Marathon Antonio Rossi, che ha inaugurato con il simbolico taglio del nastro i lavori del progetto “Laboratori in Comunità”, realizzato grazie all’adesione al Charity Program della manifestazione podistica meneghina.

Dopodiché è stato proiettato un video con i momenti più belli vissuti il giorno della corsa, seguito dalla testimonianza di Massimo, utente della struttura che ha voluto raccontare la sua personale esperienza alla Milano Marathon, sottolineando quanto sia stata importante per la sua crescita personale e ringraziando inoltre tutti i donatori per il grande spirito solidaristico dimostrato.
Un momento molto intimo che ha saputo toccare le corde emotive di tutti i presenti.

Svelata poi la planimetria che ha mostrato come si svolgeranno i lavori di ristrutturazione legati al progetto “Laboratori in Comunità”, con il quale saranno avviate numerose attività formative finalizzate al reinserimento sociale e lavorativo degli utenti. Progetto che complessivamente ha quasi raccolto 50.000 €, raggiungendo di fatto l’obiettivo economico inizialmente prefissato. Un risultato molto significativo sia per Dianova sia per tutte le aziende sostenitrici, alle quali è stata dedicata una targa che a lavori ultimati sarà affissa nei luoghi in cui si terranno i laboratori. Scoperta anche una speciale targa dedicata all’Associazione Claudio Marovelli Onlus, che negli scorsi mesi ha devoluto l’intero ricavato del IX Memorial Claudio Marovelli a Dianova per l’allestimento della nuova palestra.

La parola è poi passata al testimonial Antonio Rossi, che, dopo aver ricevuto in regalo il libro dell’artista Astrid, amica di lungo corso di Dianova, si è congedato ricordando a tutti quanto lo sport possa essere un strumento importante per stare bene e, soprattutto, fare del bene, abbattendo ogni barriera a favore dell’inclusione sociale. Molto gradita anche la presenza del coordinatore del Charity Program di Milano Marathon Massimiliano Massaro, il quale ha avuto parole di elogio per il grande impegno profuso da Dianova in questi ultimi anni per la realizzazione dei propri progetti.

Tutti i rappresentanti delle aziende sostenitrici e delle polisportive sono poi stati omaggiati della t-shirt ufficiale di Dianova alla Milano Marathon 2017 autografata da Antonio Rossi e di un gadget ricordo.

La festa si è conclusa con una cena a buffet preparata in modo impeccabile dagli utenti della Comunità e con un DJ set che ha rallegrato tutto l’ambiente.

Una bellissima serata per cementare il rapporto che lega Dianova a tutti i suoi amici e sostenitori, confidando di poter continuare a contare su di loro per realizzare insieme sempre nuovi progetti che contribuiscano all’autonomia personale degli individui e al progresso sociale.

button guarda tutte le foto dellevento

 

Iscriviti al nostro feed RSS per restare sempre aggiornato

Sei qui: Home News Milano Marathon 2017: a Dianova Garbagnate una festa per dire grazie