spazio ai talenti dianova villa 2Che cos’è?
“Spazio ai talenti” è un progetto finalizzato all’acquisizione di strumenti per la realizzazione di laboratori formativi nell’ambito dell’informatica, dell’orticoltura, dell’apprendimento della lingua italiana e della cucina.

 

 

spazio ai talenti dianova villa 3A chi si rivolge?
Ai giovani ospiti de “La Villa” che in un momento così delicato come l’adolescenza avranno l’opportunità di crescere e confrontarsi con se stessi attraverso concrete possibilità di formazione e apprendimento, sperimentando attività educative che un giorno daranno i loro frutti sia a vantaggio di loro stessi che delle persone a loro vicine.

 

spazio ai talenti dianova villa 4Mission
Promuovere lo sviluppo di abilità sociali e professionali per la crescita del singolo e del gruppo. Valorizzare i propri talenti e le proprie inclinazioni per costruire un progetto di vita gratificante e realmente possibile.

 

 
 Come sostenere il progetto

• 12 sedie da ufficio
• 3 tavoli multiuso con cavalletti
• 3 librerie a parete
• 2 PC con stampante, fotocopiatrice e scanner
• 1 mobile per materiale d’ufficio
• 1 armadio da esterno
• 1 video proiettore con schermo rimovibile a muro
• 1 lavagna magnetica a parete 200x100
• 1 piccola serra
• attrezzatura agricola
• strumenti vari da cucina

Totale: 10.000,00 €

Ogni contributo è importante: 20, 50, 100 € o qualsiasi somma deciderai di donare dimostrerà la tua fiducia nell’attività di Dianova e ci permetterà di realizzare il progetto “Spazio ai talenti”. Grazie.

 “La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere” (Plutarco)

call to action spazio ai talenti dianova villa

dona ora

Per ulteriori informazioni è possibile contattarci allo 0161.240950 o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Iscriviti al nostro feed RSS per restare sempre aggiornato

Sei qui: Home Collabora con Dianova, sostieni un progetto “Spazio ai talenti: laboratori e attività educative per giovani e adolescenti”