Dianova e l'ONU
Nel luglio 2007, il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC) ha inserito Dianova International come “membro consulente speciale” per le Nazioni Unite. Al fine di realizzare al meglio la propria missione, l’ECOSOC, coinvolge varie ONG il cui ambito di attuazione è correlato con gli obiettivi dell’ONU. Il ruolo di “membro consulente” permetterà a Dianova International, come a molte altre ONG, di partecipare alle riunioni e alle conferenze dell’ECOSOC e dei suoi gruppi di appoggio, in relazione ai propri ambiti di attività e di competenza.

L’ottenimento del ruolo di  membro consultivo speciale delle Nazioni Unite presume un avanzamento notevole nello sviluppo della Rete Dianova. Come sottolinea Montserrat Rafel, direttrice di Dianova International, “Oltre al riconoscimento per il lavoro realizzato da tutte le nostre organizzazioni aderenti, siamo davanti ad una opportunità unica per sviluppare un lavoro costruttivo con i vari stati aderenti all’ONU così come con le altre ONG. Crediamo fortemente nell’interscambio delle competenze”.
La rete Dianova è presente in 11 paesi dell’America del Nord, America del Sud ed Europa, con 40 strutture specializzate nel trattamento residenziale delle persone dipendenti e altri programmi che offrono assistenza a più di 4.000 persone ogni anno, con un budget totale di 15 milioni di euro.

L’esperienza di Dianova in 11 paesi apporta una prospettiva multiculturale molto valida: “Apprendiamo quotidianamente con la pratica e utilizziamo quello che funziona meglio, in accordo con le specificità personali, ma anche culturali, che caratterizzano ogni persona”, afferma Montserrat Rafel. “Per questo motivo, speriamo molto nel nostro ruolo di membri consulenti dell’ECOSOC: desideriamo condividere queste differenti sensibilità e conoscenze, per partecipare nei processi decisionali a livello internazionale”. Il 17 settembre 2007, una delegazione di Dianova International ha incontrato un rappresentante delle Nazioni Unite per ricevere ufficialmente il riconoscimento di membro consulente dell’ECOSOC.

Dianova e l’Unesco
Nel 2012, Dianova ha anche ottenuto lo “Statuto Consultivo” dall’UNESCO. Dalla sua creazione, l’UNESCO ha lavorato attivamente con molte organizzazioni internazionali. Questa collaborazione si è trasformata nel tempo ed è diventata una vera associazione strategica; per questo, UNESCO, ha riflettuto sull’importanza dell’impegno verso la società civile e verso le ONG che negli anni sono state chiamate ad intervenire in tutti gli ambiti di sua competenza. Vista la continua interazione tra l’UNESCO, la società civile, le ONG e tutte le organizzazione intergovernative; dopo una valutazione esterna indipendente realizzata nel 2010, l’UNESCO ha deciso di rinnovare il suo rapporto, anche a livello legale, con le ONG. Questi i punti focali:

  • sostenere il contributo della società civile e degli associati nella definizione degli obiettivi dell’UNESCO, invece  di considerarli solo come una risorsa per l’esecuzione di programmi;
  • fare dell’UNESCO un organismo più accessibile e meno burocratico, di fondamentale importanza per il rapporto con le ONG.

Il nuovo modello di cooperazione è stato approvato dalla 36° riunione della Conferenza Generale dell’UNESCO. Il testo stabilisce, tra le altre cose, la transizione verso tre categorie di “relazioni” (ONG con relazioni operative con l’UNESCO, con relazioni formali di consulenza e relazioni formali di associazione) e di due sole categorie di cooperazione: di “associazione” e di “consulenza”.

Iscriviti al nostro feed RSS per restare sempre aggiornato

Sei qui: Home Dianova nel mondo Dianova negli organi internazionali